Telefono: 0239660569 | Cellulare: 3289563807 | mail: info@studionove.net
Detrazioni Fiscali Invio Comunicazione ENEA Ristrutturazione EDILIZIA

Detrazioni Fiscali Invio Comunicazione ENEA Ristrutturazione EDILIZIA

Tra gli adempimenti obbligatori per confermare le detrazioni fiscali connesse alla ristrutturazione edilizia, risparmio energetico c’è l’invio della comunicazione presso il portale ENEA.

L’invio della comunicazione avviene specificatamente per il sito attivato per l’anno in corso. ENEA ha pubblicato online il sito di riferimento dell’anno in cui si sono svolti i lavori pertanto si dovrà utilizzare il sito specifico per la trasmissione della comunicazione ENEA. Inoltre dipende se la comunicazione è per ristrutturazione edilizia 50% o per risparmio energetico 65%.

La compilazione della comunicazione contiene i dati anagrafici del richiedente, le caratteristiche dell’edificio, le caratteristiche dell’unità immobiliare e dati tecnici specifici per la tipologia dell’intervento comunicato. Qui di seguito si riportano tutte le informazioni per una corretta compilazione senza incorrere in errori che potranno determinare problematiche sulla detrazione fiscale richiesta.

COMPILAZIONE MODULO ENEA PER RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

La prima parte del modulo riguarda i dati del richiedente, nome cognome data di nascita, residenza, numero di telefono etc etc. Questa sezione è molto intuitiva pertanto non mi soffermo più di tanto. Si precisa che ogni volta che i campi sono completi si dovranno salvare.

Primo modulo compilazione ENEA (sito per ristrutturazioni edilizie con fine lavori 2018)

La seconda parte riguarda il modulo dei dati dell’unità immobiliare, dell’edificio dove si colloca e superficie oggetto della detrazione fiscale. L’ubicazione dell’unità immobiliare non è nient’altro che l’inserimento dell’indirizzo, civico, piano e identificativi catastali. Gli identificativi catastali dovranno essere recuperati presso il Catasto. L’unità immobiliare viene identificato con un numero del Foglio (FG) un mappale (MAPP) e subalterno (SUB). La superficie da indicare è quella calpestabile che deve essere fornita dal tecnico che ha seguito la ristrutturazione edilizia. Il numero di unità immobiliari presenti nell’edificio potete desumerlo dalla tabella condominiale dei millesimi. L’anno di costruzione potete chiederlo al Vostro amministratore di condominio. Per quanto riguarda la tipologia del condominio è intuitiva la scelta in base alla conformazione dello stesso.

Secondo modulo ENEA (sito per ristrutturazioni edilizie con fine lavori 2018)

La terza parte riguarda la specifica di che tipologia è l’unità immobiliare, se singola, parti condominiali, intero edificio. Pertanto indicare il numero delle unità oggetto dei lavori in detrazione fiscale e bisogna indicare la data di inizio e fine dei lavori. La data di inizio dei lavori riguarda l’effettiva data delle opere che può essere la stessa indicata nella pratica edilizia o la data reale dell’esecuzione della specifica lavorazione. Viene richiesto se la comunicazione riguarda anche altri soggetti che usufruiranno della detrazione fiscale. In questo campo scegliete se si o no in riferimento ad altri soggetti che hanno contribuito o meno. La data di fine lavori riguarda il collaudo delle opere, quindi la data che viene attestata dalla direzione dei lavori o dalla certificazione impiantistica o altro rilasciata dall’impresa esecutrice. n.b. La comunicazione ENEA deve essere trasmessa entro i 90 giorni successivi dalla data di collaudo di fine lavori.

Terzo modulo ENEA (sito per ristrutturazioni edilizie con fine lavori 2018)

L’ultima sezione riguarda i dati tecnici dell’intervento che sono in base alla tipologia per esempio (serramenti, climatizzatore, caldaia etc etc). Questi dati dovranno essere forniti dalle schede tecniche consegnate dalle varie imprese per poter inserire tutti i parametrici tecnici. Questa sezione è la più complessa in quanto un cittadino non ha dimestichezza del leggere i dati da inserire e soprattutto sono argomentazioni molto specialistiche pertanto nel caso non ci fosse un professionista di supporto bisogna chiedere alle imprese esecutrici gli elementi da inserire. Successivamente si potrà verificare i dati inseriti e inviare telematicamente la comunicazione. A seguito dell’invio riceverete per mail una conferma di invio con associato il codice CPDI alla pratica. Lo stato della pratica potrà essere consultato all’interno del profilo. Questa procedura è identica per le richieste eco bonus del 65%.

Studionove offre questo tipo di consulenza per tutti i cittadini che hanno la necessita di adempiere a questa trasmissione e per non incorrere a problematiche relative alle detrazioni fiscali già richieste. Qui di seguito il link per contattarci e richiedere il preventivo per la trasmissione ENEA per ristrutturazione edilizia e eco bonus.

FORM PER RICHIESTA DI INVIO MODULO ENEA